Sei appuntamenti con grandi nomi del teatro italiano a cui si affianca un classico della drammaturgia universale, una giovane compagnia emergente del panorama nazionale, uno spettacolo vincitore di ben due Premi UBU e il giornalista televisivo Federico Buffa per la prima volta sulla scena.

Buffa

Martedì 8 novembre 2016 ore 20,30

Federico Buffa Le olimpiadi del 1936
Dopo il successo televisivo del programma Sky Federico Buffa racconta Storie Mondiali, il noto cronista e commentatore sportivo è al suo debutto teatrale. Partendo dal racconto di una delle edizioni più controverse dei Giochi Olimpici, viene narrata una storia di sport e di guerra. A Berlino nel ‘36 Hitler e Goebbels volevano trasformare le loro Olimpiadi nell’apoteosi della razza ariana. E invece quelle Olimpiadi costruirono i simboli più luminosi dell’uguaglianza. Da Jesse Owens, che vinse quattro medaglie d’oro a Cornelius Jonshon, da Dave Albritton a Sohn Kee-chung, le storie dello sport sono storie di uomini, scorrono assieme al tempo, ma a volte lo fermano, quasi a chiedere a tutti una riflessione, una sospensione.

monica conti

Martedì 29 novembre 2016 ore 20,30

Misantropo di Molière regia di Monica Conti
Produzione Elsinor Centro di Produzione Teatrale
con Stefano Braschi, Monica Conti, Mauro Malinverno, Giuditta Mingucci, Antonio Giuseppe Peligra, Federica Rosellini, Nicola Stravalaci, Roberto Trifirò
Il Misantropo, nei secoli, ha visto proposte interpretative variegate, spesso opposte tra loro. La versione di Monica Conti ha l’obiettivo di presentarlo sulla scena attraverso un lavoro attoriale che valorizza la parola “corpo” in relazione ai temi del testo. Temi che in Molière, si possono ricondurre principalmente ad una disperata e allo stesso tempo comica, perché irraggiungibile, aspirazione all’armonia, contrastata da ipocrisie, stupidità e ridicola rincorsa alla purezza.

lella costa

Lunedì 19 dicembre 2016 ore 20,30

HUMAN di e con Marco Baliani e Lella Costa
musiche originali di Paolo Fresu con Gianluca Petrella
e con David Marzi, Noemi Medas, Elisa Pistis, Luigi Pusceddu
scene e costumi Antonio Marras
disegno luci Loïc Francois Hamelin e Tommaso Contu
regia Marco Baliani una coproduzione MISMAONDA/SARDEGNA TEATRO
in collaborazione con MARCHE TEATRO
La prima ispirazione di HUMAN fu l’Eneide, che celebra la nascita dell’impero romano da un popolo di profughi: Marco Baliani parte dal mito per interrogarsi sul senso profondo del migrare. Poi l’incontro con Lella Costa e la reminescenza di un altro mito, ancora più folgorante nella sua valenza simbolica: Ero e Leandro, i due amanti che vivevano sulle rive opposte del fiume Ellesponto. Dal tema delle migrazioni e dalla volontà di raccontarne l’odissea ribaltata prende avvio HUMAN. La linea nera che attraversa la parola evoca la presenza dell’umano e al tempo stesso la sua negazione, nel tentativo di innescare un rito di partecipazione sul significato profondo di umanità.

punta corsara

Mercoledì 25 gennaio 2017 ore 20,30

Il cielo in una stanza Compagnia Punta Corsara
Produzione Punta Corsara / 369gradi
di Emanuele Valenti e Armando Pirozzi regia Emanuele Valenti
con Giuseppina Cervizzi, Christian Giroso, Vincenzo Nemolato, Valeria Pollice, Emanuele Valenti, Gianni Vastarella
disegno luci Giuseppe Di Lorenzo costumi Daniela Salernitano
organizzazione e dramaturg Marina Dammacco
Due giovani sposi comprano una casa Napoli, negli anni ’60, quando Gino Paoli scriveva per Mina Il cielo in una stanza, raccontando quel momento pieno di sogni e speranze, in cui i sentimenti sono talmente forti da ridisegnare il confine delle cose, abbattendo pareti, soffitti, facendo entrare appunto il mondo sconfinato dentro una piccola stanza.
Dopo più di trent’anni, a fine anni ’90, ritorniamo in quella casa e troviamo una comunità di abitanti, a fare i conti con la storia che li tiene così, ancora in bilico. Un altro ironico affresco di psicologia parentale che ci dimostra perché Punta corsara si sia trasformata, nel corso di questi anni, da espressione di una forte cultura locale a fenomeno del teatro italiano.

luca zingaretti

Mercoledì 28 febbraio 2017 ore 20,30 NUOVA DATA

Luca Zingaretti La sirena
Un beniamino del pubblico televisivo ma anche grande attore teatrale, Luca Zingaretti, sarà sul palco del Teatro delle Ali, dopo le standing ovation delle esibizioni londinesi, con LA SIRENA, da Lighea di Giuseppe Tomasi di Lampedusa.
Un racconto di due mondi (un giovane giornalista ed un burbero professore) che, diversissimi, dopo le tensioni iniziali, si aprono e si incontrano nell’elemento comune di quella sicilianità “eterna” che si rivela tra piatti a base di ricci e ricordi di “odor di mare”. Un testo che affascina per le raffinate scelte semantiche, dall’italiano forbito al dialetto popolano e le scrupolose descrizioni di luoghi, personaggi, eventi, ma soprattutto sensazioni.

bar compagnia scimone sframeli

Mercoledì 15 marzo 2017 ore 20,30

Bar Compagnia Scimone Sframeli
di Spiro Scimone con Francesco Sframeli Spiro Scimone regia Valerio Binasco
Premio Ubu 1997 a Spiro Scimone nuovo autore
Premio Ubu 1997 a Francesco Sframeli nuovo attore
Bar spia i quattro giorni cruciali della vita di due uomini, il barista Nino e il disoccupato Petru, che hanno scelto un luogo pubblico per nascondersi al resto del mondo. Ciascuno, con motivazioni diverse, ignorando quasi tutto dell’altro, del mondo, e perfino di sé. Ma in questo bar si vede e si vive soltanto il retro. Soltanto un muro, anzi, contro il quale i due uomini sembrano schiacciati, insieme a un bidone della spazzatura, qualche cassa di bibite, una radio portatile.
Uno spettacolo divertente e amaro, pluripremiato, dove il rapporto fra due umanità straniere l’una all’altra si scopre, tra situazioni buffe e crudeli, capace di sorprendente solidarietà.